Il progetto "I Longobardi" - gemellaggi formativi e itinerari di turismo scolastico - ha due obiettivi dichiarati.

 

1) creare occasioni di incontro tra i giovani dei territori che conservano memorie, documenti, monumenti, tradizioni longobarde;

2) ideare itinerari di turismo scolastico rivolti alle scuole italiane, itinerari progettati, attuati, gestiti, animati dagli studenti per gli studenti in visita.

 

L'obiettivo secondario è far crescere la coscienza e la consapevolezza del patrimonio lasciatoci da i secoli (nel Meridione quasi cinque) di presenza longobarda, a supporto della candidatura al patrimonio mondiale dell'umanità (Wolrd Heritage List) dell'UNESCO.

 

Le scuole possono scegliere di programmare un viaggio di istruzione seguendo uno o più itinerari longobardi e prenotare gratuitamente la visita, contattando la scuola o le scuole responsabili dell'itinerario.
Tutti i servizi offerti dalle scuole e dagli Enti della rete sono gratuiti.
Viaggio, vitto e alloggio sono a carico della scuola
in visita, salvo attivazione di forme di gemellaggio (in condizioni di reciprocità).


 

Storia del progetto
2009
Accogliendo proposte, suggerimenti e spunti dai membri della rete informale e seguendo le indicazioni della commissione "didattica" del comitato operativo per la candidatura all'UNESCO, il 26 aprile 2009 si è formalmente costituita la rete di Enti, scuole, associazioni.


2008
Dopo alcuni contatti preliminari intercorsi tra gennaio e marzo 2008, la BiMed proponeva alla Soprintendenza peri Beni Architettonici e il Paesaggio per le Province di Caserta e Benevento (servizio educativo, responsabile Maria Rosaria Iacono) e all'ISISS "Buonarroti" di Caserta la stesura di un progetto. Il 15 maggio 2008 tra BiMed (Biennale delle Arti e delle Scienze del Mediterraneo), Provincia di Salerno, Soprintendenza e il Buonarroti era stipulato un protocollo d’intesa finalizzato alla realizzazione del progetto monitorato BiMED n° 2 “I Longobardi: il viaggio, laboratorio di inclusione”.

Il progetto si è concretizzato: nella costituzione informale di una rete di istituzioni scolastiche, soprintendenze ed associazioni per la creazione di itinerari di un giorno basati su azioni innovative (visite guidate, narrazioni in costume, laboratori di manipolazione, etc.) gestite completamente dai giovani; nella stesura di un disciplinare dei servizi che i membri della rete si sono impegnati a rispettare; nella realizzazione del padiglione espositivo all’interno di Exposcuola 2008 (Baronissi, 5-8 novembre 2008); nella pubblicazione del sito web e della guida degli itinerari (in 2 edizioni); nella esposizione della mostra (20 pannelli).


2007
Nel 2007, su proposta della BiMed (Biennale delle Arti e delle Scienze del Mediterraneo), fu avviato un gemellaggio tra la Scuola Media "Giovanni XXIII" di Grottaminarda (AV) e la Scuola Media "Felice Casorati" di Pavia.
Durante Eposcuola 2007, in collaborazione con la Soprintendenza BAPSAE per le Province di Caserta e Benevento
(servizio educativo, responsabile Maria Rosaria Iacono), fu allestito uno stand che illustrava l'esperienza realizzata e informava i visitatori riguardo alla proposta di candidatura all'UNESCO.